Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Io seguo la luce.

Venerdì, 24 settembre 2010 @12:43

"Seguo la scia di luce dentro i mesi, nella cripta autunnale
ascolto la prima pioggia ampia sulle grondaie.
Settembre – dice il calendario a metà consumato con figure
d’insetti sopra i fogli. Quasi ottobre anticipano i gusci di
lumaca uno per ogni giorno a disdire con lentezza la paura".

(Antonella Anedda)

Le giornate si accorciano, ma io seguo la luce.

(I versi di oggi sono tratti da "Il catalogo della gioia", di Antonella Anedda, Donzelli Editore).

La strada dorme.

Martedì, 7 settembre 2010 @07:58

"La strada dorme: è bianca, è secondaria
all’alba suoni e passi mettono pezzi di suono dentro il sogno
una tessera, l’altra, nel mosaico che vive."
(Antonella Anedda)

La strada dorme. E’ la strada di un paesino. Di un’isola, forse. E’ una strada con i ciottoli per terra. Una strada senza macchine. Nel silenzio, dipano il filo dei miei pensieri. Nel silenzio, sogno il futuro.

(Nostalgia del silenzio, delle isole, dell’estate. Si sente che Antonella Anedda ha scritto questi versi alla Maddalena, in Sardegna? Sono tratti da "Il catalogo della gioia", Donzelli)

Sst.

Lunedì, 21 giugno 2010 @07:31

"Che: peccato morire amore mio. Dire: "non ti amo più"
così nel vuoto. Che: vergogna la voce spazientita la fretta.
La distanza tra il primo sussurro innamorato e questo timbro
nuovo. Che poca vergogna ho. Di averti ucciso e messo qui.
Sotto la stessa distesa che hai creato.
La: distesa. E’: una tela. E’: bianca. E’: un lenzuolo.
E’: una terra su cui è caduta neve.
Sst. starai là da solo".
(Antonella Anedda)

Solo: senza di me. Tu, che non mi ami più.

(I versi di oggi, che tagliano come lucente lama, sono tratti da "Il catalogo della gioia", della poetessa italiana Antonella Anedda, Donzelli editore. Vanno avanti così, comprese le non-maiuscole: "Sst. starai là da solo./Non più sopra. ma. sotto, come si addice/ ai morti, come si addice ai semi. e. ai gigli prima di spuntare". La bellezza e il sollievo di dire addio a chi non ti ama più)

Uh, quasi dimenticavo! Buona estate: comincia oggi, pare...

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.