Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Perché lo sai, insieme a te la felicità è un’isola.

Lunedì, 2 luglio 2018 @08:14

"Nel paradiso ho disegnato un’isola
a te uguale e una casa sul mare
con un grande letto e una piccola porta".
(Odisseas Elitis)
Perché lo sai, insieme a te la felicità è un’isola.

Estate per me vuol dire poesia greca: Ghiannis Ritsos, a cui ho sfilato tantissimi Buongiorno, e Odisseas Elitis (che nacque proprio su un'isola, a Creta, nel 1911; questo, che è anche lo spillo della settimana su Gioia, è tratto da "È presto ancora", Donzelli). Poesia greca dove ci sono finestre aperte sul mare, ulivi e ombra, il bianco e il blu abbacinante. Quello che desidero per la mia estate, insomma…
Anche se per adesso la mia estate è stata a Nord: sono stata per lavoro ad Anversa, porto del Belgio, una vera sorpresa. Riporto con me: l’architettura di Zaha Hadid come un diamante nel porto; birra macerata nella quercia e filtrata con whisky; caratteri tipografici del Cinquecento preziosi come cioccolatini; un castello di un collezionista e tanta bellezza.
E, in un piccolo museo appena aperto, Snijders & RockoxHuis, il ritratto di un pittore del Cinquecento, Snijdeers, e la moglie: lei che appoggia la mano sulla sua, un gesto di armonia coniugale e tenerezza, quasi un’isola.

Ero fatta per essere aquilone.

Martedì, 16 aprile 2013 @08:01

"Ero fatta per essere aquilone."
(Odisseas Elitis)
Dentro ho nuvole e cielo.

Il Buongiorno di oggi è tratto dall’antologia "Poeti greci del Novecento", Mondadori.

Nel paradiso ho disegnato un’isola a te uguale e una casa sul mare.

Mercoledì, 18 luglio 2012 @08:28

"Nel paradiso ho disegnato un’isola
a te uguale e una casa sul mare
con un grande letto e una piccola porta"
(Odisseas Elitis)
E' questo e mi basta. Un’isola per noi.

Il Buongiorno di oggi è tratto da "E' presto ancora" (Donzelli).

Estate di lino, cauto autunno. Dunque, quello che cercavo, sono.

Mercoledì, 4 luglio 2012 @09:03

"Tanto mi accese la febbre di morte che il mio bagliore si rifranse nel sole.
E ora m’invia alla perfetta sintassi della pietra e dell’aria.
Dunque, quello che cercavo, sono.
Estate di lino, cauto autunno
Impercettibile inverno
La vita paga l’obolo della foglia d’olivo
E nella notte degli insensati con un piccolo grillo di nuovo decreta la legalità dell’Imprevisto".
(Odisseas Elitis)
Dunque, quello che cercavo, sono.

Estate, tempo di leggere e rileggere i poeti greci. Il Buongiorno di oggi è di Odisseas Elitis, nato sull'isola di Creta nel 1911. Ed è tratto da "E' presto ancora" (Donzelli), raccolta di sue poesie e prose.

0 commenti

Da nessuna parte ho sentito la mia vita tanto giustificata, quanto sul ponte di una nave.

Mercoledì, 27 giugno 2012 @09:35

"Da nessuna parte ho sentito la mia vita tanto giustificata, quanto sul ponte di una nave. Tutto al suo giusto posto: le viti, le lamiere, i tubi, i cavi, i condotti d’aria, gli strumenti di navigazione; e io stesso che registro il perenne mutamento rimanendo nello stesso punto. Un mondo completo, autosufficiente, costituito, mi risponde e gli rispondo, entriamo insieme come un sol corpo nel pericolo e nel prodigio.
Nave perenne il mio paese".
(Odisseas Elitis)
Penso alle navi della mia vita. I traghetti presi in Grecia o nel Sud Italia, da un’isola all’altra. Le barche a vela. I motoscafi di legno nel golfo di Trieste. I ferry nei mari orientali, palme e tartarughe in Thailandia. Penso alla mia vita su una barca, doppio azzurro, cielo e mare.

Il Buongiorno di oggi è tratto da "E’ presto ancora" (Donzelli), antologia di versi e prosa del poeta greco Odisseas Elitis. Cliccate sul suo nome, trovate altri Buongiorno che sanno di azzurro, di ulivi, di Mediterraneo.

Voglio essere sincero come la camicia bianca che porto.

Martedì, 24 aprile 2012 @07:55

"Voglio essere sincero come la camicia bianca che porto."
(Odisseas Elitis)
Oggi, per me, una camicia bianca.

Il Buongiorno di oggi è tratto dalla raccolta "E’ presto ancora", Donzelli Editore, del poeta greco Elitis, che nacque a Creta nel 1911.

Solo di una cosa si potrebbe prendere coscienza: non tutto è in mano ai vivi.

Mercoledì, 18 aprile 2012 @08:18

"Solo di una cosa si potrebbe prendere coscienza: non tutto è in mano ai vivi."
(Odisseas Elitis)
L’ombra che ci sta accanto. Le ombre che ci stanno accanto.

Il Buongiorno di oggi è del poeta greco Elitis, ed è tratto da "E’ presto ancora", antologia di sue poesie e suoi scritti, Donzelli.

La questione è da quale parte uno vede il cielo.

Giovedì, 29 marzo 2012 @07:40

"La primavera non l’ho trovata tanto nei campi o, diciamo, in un Botticelli, quanto in una piccola icona rossa della Domenica delle Palme. Così pure, un giorno, il mare l’ho sentito guardando una testa di Giove. Quando scopriamo le segrete relazioni dei concetti e li penetriamo sin nel profondo, arriviamo a un’altra forma di chiarezza che è la Poesia. E la Poesia è sempre una, come uno è il cielo. La questione è da quale parte uno vede il cielo.
Io l’ho visto proprio stando in mezzo al mare aperto."
(Odisseas Elitis)
Da quale parte guardo il cielo.

Il brano poetico di oggi è tratto da "E’ presto ancora", Donzelli, del poeta greco Elitis: cliccate sul suo nome per leggere tutti gli altri Buongiorno. Bellissimi. E mi piace quella piccola icona rossa e bizantina in una Domenica delle Palme; mi piace l’idea di poter vedere il mare, o la primavera, in altre cose, che apparentemente non c'entrano, ma che portano il mare, o la primavera, dentro.

Ed eternamente andrò in giro con un ombrello cercando una cittadella rosa, piena di buone pasticcerie all’aperto.

Giovedì, 27 ottobre 2011 @08:39

"Ancora piove. Sembra piovere eternamente. Ed eternamente andrò in giro con un ombrello cercando una cittadella rosa, piena di buone pasticcerie all’aperto."
(Odisseas Elitis)
Per sedermi, ordinare un caffè e il dolce più dolce, e pensare a te. O forse, ci possiamo dare appuntamento?

(I versi che ho scelto oggi sono del poeta greco Odisseas Elitis, che nacque a Creta nel 1911, e sono tratti dalla raccolta "E’ presto ancora", Donzelli Editore.)

Con la prima goccia di pioggia fu uccisa l’estate.

Martedì, 11 ottobre 2011 @08:15

"Con la prima goccia di pioggia fu uccisa l’estate"
(Odisseas Elitis)
Una lunghissima, luminosa estate. E ora finalmente nebbia, terra bagnata, foglie per terra, sere appena dorate: ora, spero in un carezzevole autunno.

(I versi di oggi, del poeta greco Odisseas Elitis, che nacque a Creta nel 1911, sono tratti dalla raccolta "E’ presto ancora", Donzelli Editore.)

Corre in maniera stupenda il cielo, a giudicare dalle nuvole.

Lunedì, 3 ottobre 2011 @08:16

"Corre in maniera stupenda il cielo, a giudicare dalle nuvole".
(Odisseas Elitis)
Il vento, le nuvole, il cielo: bello essere vivi, oggi.

Tu l’imposta accostata, io il vento che la apre.

Giovedì, 22 settembre 2011 @08:35

"Sempre tu la piccola stella e sempre io l’oscuro natante
Sempre tu il porto e io il faro di destra
Il molo bagnato e il bagliore sopra i remi
In alto nella casa con i rampicanti
Le rose intrecciate, l’acqua che si fa fredda
Sempre tu la statua di pietra e sempre io l’ombra che cresce
Tu l’imposta accostata, io il vento che la apre".
(Odisseas Elitis)

Tu porto, casa, amore.

(I versi che ho scelto oggi per City, del poeta greco Odisseas Elitis, che nacque a Creta nel 1911, sono tratti dalla raccolta "E’ presto ancora", appena pubblicata da Donzelli Editore.)

Che fare, di questa nostalgia.

Giovedì, 8 luglio 2010 @08:23

"Avesse corpo la nostalgia per poterla spingere fuori dalla finestra".
(Odisseas Elitis)
Avesse corpo la nostalgia, per potersene liberare. Vorrei, anzi voglio, togliere la polvere dalla mia vita, buttare e regalare quello che non mi serve, smettere di guardare dentro l’armadio del passato, aprire le finestre: il mondo è fuori.

(La frase del poeta greco Elitis è tratta da "Odisseas Elitis, "Un europeo per metà", Donzelli)

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.