Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Amore, dobbiamo separarci: non lasciare che sia disastroso e amaro.

Venerdì, 1 giugno 2012 @09:00

"Amore, dobbiamo separarci: non lasciare che sia
disastroso e amaro. In passato
c’è stato troppo chiaro di luna, troppa autocommiserazione:
smettiamola: perché mai più di adesso (finalmente)
il sole ha attraversato il cielo con coraggio,
mai cuori ebbero più desiderio di essere liberi,
di buttar giù mondi a calci, di sferzare foreste; tu ed io
non li dominiamo più; siamo gusci, che vedono
il grano schizzar via per un uso diverso.

C’è rimpianto. Il rimpianto c’è sempre.
Ma è meglio che le nostre vite si sciolgano,
come due grandi navi, dominate dal vento, bagnate di luce,
lasciano un estuario per rotte stabilite,
e, vele sventolanti, si dividono
e, vele sventolanti, scendono all’orizzonte".

(Philip Larkin)

Il mare ci aspetta. Lo sai.

Forse il Buongiorno di oggi è una risposta alle storie di ieri? Forse. E forse no. In ogni caso i versi sono del poeta inglese Philip Larkin, e sono tratti da "Le nozze di Pentecoste", Einaudi. Ma leggeteli in inglese, come ogni venerdì. Leggete come sono fiere e belle quelle navi "wet with light", bagnate di luce, e quelle vite che prendono nuove rotte: "it is better that our lives unloose".

ATTENZIONE! Cominciano le novità sul blog. La prima è quel tasto tondo, "il mondo di lisa": cliccate sopra, ed entrate nel mio mondo... Per ora foto e abiti, poi, pian piano, tutto quello che mi piace. Da scoprire insieme.

Com’è strano, che il cuore sia senza amore, freddo come queste cose.

Mercoledì, 15 febbraio 2012 @08:00

"Scostare le tende
e vedere il volo delle nuvole
com’è strano
che il cuore sia senza amore,
freddo come queste cose".
(Philip Larkin)

Com'è strano, vivere senza abbracci, senza nessuno che mi tenga stretto a sé.

(I versi di oggi sono di Philip Larkin, poeta inglese del Novecento, e sono tratti da "Le nozze di Pentecoste", Einaudi, un vecchio librino del 1969 non più in commercio, che mi è stato fotocopiato da un caro amico amante della poesia, come me)

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.