Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Poi succede. La fine di un amore.

Mercoledì, 13 marzo 2013 @08:07

"Poi è accaduto qualcosa che non so capire
qualcosa in agguato da tempo
una crescita della ragione, una sproporzione di fatti e di incertezze

ora non posso più ridurre il mio amore al tuo nome -
tu non sei più una pianta traboccante di gemme
ma uno smorto giardino
condannato all’abbandono."
(Daniela Attanasio)
Poi succede. La fine di un amore.

Ci sono amori che finiscono così, per tristezza, per mancanza di cure, come giardini abbandonati. I versi di oggi sono tratti da "Nuovi poeti italiani" (Einaudi), un’antologia di voci al femminile. Ma succede anche nelle amicizie; ci sono amiche che perdiamo, nella vita, proprio così: "è accaduto qualcosa che non so capire/ qualcosa in agguato da tempo.../ una sproporzione di fatti e di incertezze". A voi non è mai capitato?

21 commenti

annetta | Lunedì, 18 marzo 2013 @19:44

stefano: verooo, e' esattamente quello che volevo dire io! tutte, o quasi tutte le persone che incontriamo, anche le piu' strane, sono come degli specchi, nei quali si riflettono parti spesso sfocate di noi. Nell'incontro con l'altro si mette a fuoco per similitudine o contrasto un pezzettino di se' stessi. Sempre che si sia ben disposti a mettersi in discussione o a specchiarsi. Tempo fa mi hanno regalatoun libro intitolato "vorrei non essermi mai incontrata". non l'ho mai letto, il titolo mi infastidiva, ma chissa' adesso mi incuriosice magari lo vado a ripescare....

Lilabella | Domenica, 17 marzo 2013 @21:12

Stefano non ho ben capito cosa intendi dire. Io penso che negli incontri siamo noi che diamo parte di qualcosa ma quando si incontra qualcuno c'è senza dubbio uno scambio.

Stefano | Domenica, 17 marzo 2013 @10:36

Tutto riconduce a se stessi

Tutto riconduce a se stessi | Domenica, 17 marzo 2013 @10:35

"Noi camminiamo attraverso noi stessi, incontrando ladroni, spettri e giganti, vecchi, giovani, mogli, vedove, fratelli, ma, alla fine, sempre incontrando noi stessi".

Lilabella | Sabato, 16 marzo 2013 @23:18

Annetta penso anche io che a volte ci sono incontri lampo che ti cambiano la vita ma quando fai degli incontri così vorresti che quell'incontro durasse per sempre! Ogni incontro però ha il suo valore.

annetta | Sabato, 16 marzo 2013 @00:11

lilabella: mi sono posta questa domanda perche'spesso nelle chiacchere tra donne amori e amicizie senza pretese o aspettative di eternita' vengono in un certo senso "snobbati" e ritenuti rapporti di scarso valore. io penso invece che la misura e il valore di un affetto
non vadano necessariamente commisurati alla sua durata. ci sono incontri che durano un lampo ma ti cambiano per sempre, altri che durano una vita ma e' come non fossero mai esistiti.

Lilabella | Venerdì, 15 marzo 2013 @23:35

Annetta diciamo che per quanto mi riguarda tendo anche io a pensare al presente ma se si sta bene con una persona si ha il desiderio di vivere a lungo con quella persona l'esperienza di amicizia o di amore. Io la penso così. Non ti preoccupare anche una donna romantica come me non ti si getta contro ;-)

Lilabella | Venerdì, 15 marzo 2013 @23:35

Annetta diciamo che per quanto mi riguarda tendo anche io a pensare al presente ma se si sta bene con una persona si ha il desiderio di vivere a lungo con quella persona l'esperienza di amicizia o di amore. Io la penso così. Non ti preoccupare anche una donna romantica come me non ti si getta contro ;-)

annetta | Venerdì, 15 marzo 2013 @16:19

cu cu..c'e' qualcuno qui per caso che pensa come me che il concetto di amore "eterno" e/o di amicizia "eterna" sia generalmente sovrastimato? la vita non e' fatta di "eterni" ma di una serie di presenti; e non per questo e' male, mi vien da dire...Aiuto, sento gia' le donne romantiche scatenarsi contro di me... :-) Scherzo eeh?

Lilabella | Venerdì, 15 marzo 2013 @12:48

A me sono piaciuti gli ultimi quattro ;) Poi un conto è parlare di amore finiti altro parlare di amori finti..

Giusy | Giovedì, 14 marzo 2013 @14:15

Già che ci sono, ve lo dico:come mi sono piaciuti questi ultimi tre commenti!

annetta | Giovedì, 14 marzo 2013 @13:10

ti diro' di piu', lisa. io sono una di quelle che crede fermamente che "nulla avviene per caso" e che -buddhisticamente parlando - tutte le persone che incontriamo, e avviciniamo nel nostro cammino sono dei maestri per noi, nel senso che il confronto o lo scontro con gli altri ci pone in discussione con noi stessi e ci porta a crescere. amori e amicizie finiti non sono per me affatto "giardini appassiti" ma anzi pietre di costruzione. sono persone che hanno avuto un ruolo nella mia vita, l'hanno completato e adesso stanno avendo, come me del resto, altri ruoli in altre vite. Serenamente.

LISA | Giovedì, 14 marzo 2013 @11:30

Annetta, è interessante quest'idea di libertà. Forse il solo a poterci condizionare è un amore finito, malamente finito; un abbandono, un divorzio, un tradimento, qualcosa che ci toglie l'aria, che trasforma i nostri giorni in prigione di dolore, rancore e amarezza. Finché non riusciamo ad andare avanti. Ma un'amicizia che finisce, è un mazzo di fiori appassito, è un giardino in cui non abbiamo più voglia di entrare. La libertà è sempre quella di andare avanti, un pò come la Gradiva di cui parlavamo nei commenti dell'8 marzo, con il suo passo misterioso e leggero.

annetta | Giovedì, 14 marzo 2013 @11:13

Personalmente si, mi sento libera; concordo con lisa che gli amori finiti e le amicizie esaurite sono parte integrante di noi, mattoni della nostra crescita e formazione personale, ma non me ne sento prigioniera o passivamente condizionata. Ho trattenuto in me di questi rapporti il buono che c'e' stato, lasciandomi alle spalle il negativo e il superfluo. Ovvio pero' che questo vale solo per I rapporti che si sono esauriti naturalmente, morti di morte naturale senza traumi o rotture improvvise. Le morti improvvise o traumatiche il segno lo lasciano eccome....

LISA | Giovedì, 14 marzo 2013 @09:24

?, come si fa a sentirsi liberi? Gli amori finiti, le amicizie appassite (brutta immagine, ma credo renda l'idea) sono comunque parte di noi. Siamo noi che diventiamo altro. E "nessuno torna indietro" (bel titolo di una scrittrice dimenticata a me molto cara, Alba de Céspedes).

? | Giovedì, 14 marzo 2013 @08:33

ma voi vi sentite completamenti libere da questi amori finti e amicizie perse srada facendo ?

Lilabella | Mercoledì, 13 marzo 2013 @18:33

Sì, mi è capitato, in Amore non sempre le cose vanno come noi vorremmo. Un rapporto prima vivo si trasforma in grigiore e la pianta può iniziare a perdere le gemme. Non credo dipenda solo da una persona, quando avvengono queste cose forse la colpa si può dividere a metà o forse non è nemmeno colpa, semplicemente si può aver voglia di un qualcosa di diverso che mantenga vivi, nell'amore come nell'amicizia. Un sorriso a te Lisa ed al salotto verde

annetta | Mercoledì, 13 marzo 2013 @15:51

amori e amicizie spesso finiscono misteriosamente, cosi' come misteriosamente sono iniziati. io credo che sia una questione di sviluppo individuale, di cambiamento. ci si incontra perche' in quel momento si sta percorrendo la stessa strada, ma poi la vita ci pone di fronte a bivi, trivi e quadrivi per cui non e' detto che si prenda entrambi la stessa direzione. Spesso ci si lascia, in amicizia come in amore, perche' ci si evolve diversamente.

ste | Mercoledì, 13 marzo 2013 @13:47

proprio oggi questa cade ad hoc! :'(

lucy | Mercoledì, 13 marzo 2013 @12:28

si a me sta capitando ora......ma non per voler mio....bisogna rispettare l altro che non vuole andare in fondo alle cose......peccato...è ovvio che soffrire e sperare rimangono dentro..e il tempo passando non fa che accrescere questa sensazione di aver perduto qualcosa d importante....l incertezza forse ha giocato un ruolo importante....perchè averla superata e avergli rivelato che lo amavo a decretato la fine di un amicizia....ma è pur stato sempre un amore.

sandra | Mercoledì, 13 marzo 2013 @11:05

Sì mi è successo eccome,amicizie che si lasciano cadere perchè diventano senza senso,noiose,uno smorto giardino appunto.E' triste,ma bisogna arrendersi,un tempo non lo facevo e cercavo di recuperare a costo di tanta fatica...ora lascio andare con gentilezza,pronta a cogliere una gemma nascosta portata dal vento,mai dire mai

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.