Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

L’amore non corrisposto, l’amicizia respinta o tradita. I nostri sogni a volte opachi.

Lunedì, 6 maggio 2013 @07:49

"Quando si saranno alleviate sempre più le schiavitù inutili, si saranno scongiurate le sventure non necessarie, resterà sempre, per tenere in esercizio le virtù eroiche dell’uomo, la lunga serie dei mali veri e propri: la morte, la vecchiaia, le malattie inguaribili, l’amore non corrisposto, l’amicizia respinta o tradita, la mediocrità d’una vita meno vasta dei nostri progetti e più opaca dei nostri sogni: tutte le sciagure provocate dalla natura divina delle cose".
(Marguerite Yourcenar)
L’amore non corrisposto, l’amicizia respinta o tradita. I nostri sogni a volte opachi.

Ci sono classici che ci aspettano: io, ad esempio, sto leggendo solo adesso "Memorie di Adriano", Einaudi, da cui ho sfilato il Buongiorno di oggi.

39 commenti

Max | Venerdì, 10 maggio 2013 @13:35

Figurati, tutto a posto! Ciao

Giusy | Venerdì, 10 maggio 2013 @12:42

UN GATTO DI NOME MAX Meraviglioso e libero.....Max (versione umana) hai almeno riso? Sei simpatico, un po' strano ma simpatico.

? | Venerdì, 10 maggio 2013 @12:13

max la sit comedy non si svolge in un piccolo ambiente ,ufficio ,scuola, con pochi personaggi che affrontano temi di vita quotidiana in cui tutti possiamo immedesimarci ? non ero ironica volevo solo" alleggerire" un pò la cosa fin dallìinizio quando ho esordito con "muore lui o muore lei?"

? | Venerdì, 10 maggio 2013 @11:43

è gentile una che offre prozac invece di un tè e pasticcini , invece di offrire amicizia sputa veleno ?

Sara | Venerdì, 10 maggio 2013 @11:36

?: A te manca la gentilezza, ne abusi qui dentro avvalendoti del silenzio gentile purtroppo indifeso che ti sopporta. Pensaci. Auguri

? | Venerdì, 10 maggio 2013 @11:35

max se sit comedy ti sembra dispregiativo scusami , no sono del mestiere

? | Venerdì, 10 maggio 2013 @11:28

lo hai già preso ,il prozac intendo ? allora prendilo pure ti chiarira le idee sara , svegliati è primavera ..una bella canzone non rovinarmela col tou falso nome io qui ci vedo una sit comedy dove c'è una ragazza innamorata e trite , un ragazzo gentile che cerca di conaolala , un ragazzo allegro e divertente che cerca di farla sorridere . sara mi fai pena , vedi il male dappertutto

Max | Venerdì, 10 maggio 2013 @11:22

Per ?: scusa, mi spieghi che problema hai? Perché questo termine: sit com?

Sara | Venerdì, 10 maggio 2013 @10:57

?: ma il Prozac? No? Provaci! Magari per qualche istante tutto il veleno che hai dentro....

? | Venerdì, 10 maggio 2013 @09:53

che bella sit_com !

Max | Venerdì, 10 maggio 2013 @09:14

Titolo: non vi capisco!
Svolgimento: cara Marta, stamattina presto io e il fonico silenzioso aspettando che l'attore finisse trucco e parrucco abbiamo letto la tua risposta.
Era meglio che mi facevo gli affari miei!!!!
È proprio vero: con un si te impicci e con un no te spicci.
Se vi si difende vi incavolate se non vi si difende vi incavolate. Mah!
Allora il fonico mi ha passato il venerdì di Repubblica e ha detto: leggiti la posta del cuore dell'Aspesi così capisci (però rideva e secondo me stava tirando la fregatura).
Ho letto e ho capito che non vi capisco!!!
Ci becchiamo a Taormina, e per vendetta della strigliata che mi hai dato: nun entri sul set!
Un saluto rispettoso a tutte le signore.

Lilabella | Venerdì, 10 maggio 2013 @09:05

@ Marta: un sorriso per te e grazie! Prendiamoci cura di noi stesse e dei nostri interessi, gli uomini veri sono solo quelli che apprezzeranno il nostro essere ed il nostro vivere. Buona giornata!

Marta | Venerdì, 10 maggio 2013 @06:26

@lady chat.: buongiorno! Per quanto possa servire chiedo nuovamente scusa, anche se non sta a me farlo (Max capisci a me...), non ho apprezzato le sue esternazioni, è anche vero che l'amicizia che nasce sul lavoro porta a questo, e noi tre siamo molto amici, cosa rara. Grazie per il consiglio, avrei preferito una mira meno accurata e più coraggio (magari più stima di me) ma...oggi pian piano ne sono uscita vedo che tra la neve spuntare piccoli fiori e sono contenta di questo. Pensa che oggi finalmente mi dedico una sana giornata di shopping, un pranzo con una mia amica questa sera aperitivo e cinema, cose che non mi permettevo per l'attesa che dedicavo a lui, cose come altre più importanti di cui mi voglio nuovamente avvolgere. Un sorriso a te e a tutte le persone belle qui dentro.

Lady Chat. | Giovedì, 9 maggio 2013 @23:17

Ciao Marta, io sarei ladi scataracchio secondo il linguaggio penso trasteverino e oltre del terribile max. Ma la chiude sta ciabatta di bocca qualche volta???Guarda che nel mio commento c'era un nascosto un consiglio, un consiglio di comportamento. Sii buona per favore e lascia stare il tiro al bersaglio quando lo vedrai la prossima volta. Trafiggilo con lo sguardo di sicuro bellissimo che hai,. Ti auguro un buon successo di amore ricambiato magari con un altro bel tipo meno impegnato...Auguri

Marta | Giovedì, 9 maggio 2013 @22:56

Ciao a tutti, ciao Domo e Max. Max ma la pianti! Non entrare a gamba tesa sempre, a me sembra che qui dentro siano tutte persone carine e sensibili, magari il tuo stile rude man non sempre funziona!
Però grazie dell'accorata difesa, anche a me come a Domo ha fatto sorridere, conoscendoti....allora è vero che i fiori selvatici sono sempre i più belli.
Lisa perdonami se uso questo bel luogo per una comunicazione di servizio, colleghi ho scoperto stasera che lavoreremo insieme a Taormina per il film festival, Domo ho visto sul planning che tu hai il main set con Russel Crowe o laurence fishburne o michael shannon o kevin costner, quando confermano i talent....ti prego ti prego ti prego....un'occhiatina...una foto insieme,...e dai...per una volta....!

Max | Giovedì, 9 maggio 2013 @17:55

Donne complicate qui dentro.... Sorridenti ma con lingua come freccia avvelenata. Bellissima la domanda:" Che ne dice la nostra generosa e tollerante padrona di casa?".
Il richiamo alla master house rivela fragilità e insicurezza....

? | Giovedì, 9 maggio 2013 @14:03

c'è una certa fra che ha bisogno di te . vedi un pò che puoi fare ...

Giusy | Giovedì, 9 maggio 2013 @13:39

Povere noi! spero che i tuoi paralumi non siano virtualmente fatti con la nostra pelle...Ho letto il tuo vernacolo arduo da capire ma, avendo ancora (non so per quanto) una mente agile con le lingue straniere e vivendo a Roma cercherò di decifrarlo, a meno che tu non voglia optare per la lingua di Dante...Guarda che potrei risponderti in dialetto lombardo. Che ne dice la nostra generosa e tollerante padrona di casa?

Max | Giovedì, 9 maggio 2013 @12:45

Donne, è arrivato il parolaio! Sgombriamo cuori in tempesta, trasportiamo anime inquiete, sogni spezzati, amori solo desiderati, specializzati in smaltimento di casatielli depressi, smontiamo, tagliamo, allunghiamo o accorciamo le vostre fantasie e le rigeneriamo in fantastici paralume.
Donne è arrivato il parolaio!

? | Giovedì, 9 maggio 2013 @07:36

non sai dire altro .....poverina

Fra | Giovedì, 9 maggio 2013 @06:55

Lascia stare Domo, contro una "casatiella depressa" non c'è parola, sorriso, scherzo che tenga.... Nota l'intelligente e ironica risposta di Fiorenza vs la risposta di "C.D."

? | Mercoledì, 8 maggio 2013 @23:12

bah !

Domo | Mercoledì, 8 maggio 2013 @22:35

(?) Una a caso: non rido delle persone a cui fa riferimento Max, che é noto sul set (max) per le immense litigate che riesce a provocare con un perenne sorriso sul viso; (sor) rido per la difesa della nostra collega Marta. Tutto qui, da leggere e capire con semplicità. Ciao

Sfiorenza | Mercoledì, 8 maggio 2013 @21:14

cos'è lo scaratacchio? forse non lo saprebbe nemmeno Trilussa. Ma che risate m'ha fatto fare Max con la gamba retrattile.

? | Mercoledì, 8 maggio 2013 @20:46

ah ah ah da leggere in modo accentuato e intervallato

Domo | Mercoledì, 8 maggio 2013 @19:46

Max...quanto mi hai fatto ridere....

? | Mercoledì, 8 maggio 2013 @17:25

mi pasi il traduttore ?

Max | Mercoledì, 8 maggio 2013 @17:02

Sfiorenza, ????, ladi scaratacchio....ammazza, alici salate a colazione e mai ná gioia, eh?!
Io mò difenno l'amica mia e nostra marta, cha fatto dù cosi così cò stò amore, e pia e lascia, allunga a gamba accorcia a gamba ja tajereji sta gamba, però consorelle dell'acido o siete un pò onvidiose o vè girá nticchia storto. Nun toccate ná collega dè set! Domo parla pure te però!
Che se sá quanto hai sopportatoi lamenti della collega!

Lady Chatterley | Mercoledì, 8 maggio 2013 @15:49

? Per me muore Lui. e non lo dico per sottovalutare il tormento di Marta che rispetto. Ma pover'uomo: pericolo sull'autostrada, bersaglio di scarpe appuntite, scenate imbarazzanti al ristorante e come avrà digerito? poi, o prima, baci focosi in camerino sotto gli occhi di commesse un pò guardone, senza consumazione del prodotto finale. infine rabbia al congedo sperando che l'aereo non abbia turbolenze. Che fibra avrà il supposto fedifrago per sopravvivere? che ci sia una compagna che lo accoglie fintamente rilassata e sorridente, avvolta in una bella vestaglia, calzando pantofoline di velluto rosso? e che gli prepara un bel bagno caldo rilassante??

? | Mercoledì, 8 maggio 2013 @09:56

muore lui o lei ?

Fiorenza | Martedì, 7 maggio 2013 @18:11

Perdindirindina baci di passione nei camerini lacrime a grande velocità sul parabrezza tacchi lanciati si spera con poca precisione sul bersaglio mobile. odori voglie e non voglie. Che amore, questo è o fu un grande amore.

LISA | Martedì, 7 maggio 2013 @07:33

Marta: bellissimo. Bellissimo quando l'amore ci fa trovare queste parole.

Marta | Martedì, 7 maggio 2013 @07:14

Per tutte le scarpe col tacco che ti ho tirato dietro, per i ristoranti che hanno ascoltato le nostre litigate, per le commesse complici di baci di passione dentro i camerini, per le lacrime versate dentro macchine lanciate sull'autostrada, per il cuore che esplode di gioia quando l'aereo atterra, per il cuore rabbioso quando l'aereo riparte, per il tuo odore su di me, per la voglia che tu sia mio, per la voglia che io non sia così tua, per questo e per tutto quello che non ha parola, ti ho amato

Lilabella | Lunedì, 6 maggio 2013 @22:40

Non ho mai letto questo libro ed in verità molti me ne mancano all'appello. Posso solo dire che ho vissuto l'esperienza di amore non corrisposto e quella di un'amicizia tradita. Non è stato bello ma guardando i nostri sogni più veri possiamo riuscire a guardare oltre! Un sorriso a te, Lisa e al salotto verde.

Giusy d\'antan | Lunedì, 6 maggio 2013 @15:34

Se vi capiterà di leggere L'Oeuvre au noir vi suggerisco di dare un'occhiata anche agli appunti di Marguerite relativi a questo romanzo. Alcuni fanno cenno anche alle memorie di Adriano. Chissà, forse l'autrice non si è mai "staccata" dal colto Adriano: Suppongo che abbia molto, molto amato la figura uscita dalle pagine del suo romanzo (molto ben documentato)

? | Lunedì, 6 maggio 2013 @13:22

ogni volta che si andava con i bambini a villa adriana portavamo il libro con noi e ne leggevamo una pagina . un bel ricordo

Hermione | Lunedì, 6 maggio 2013 @10:23

Per me è stata una lettura fondamentale. Buongiorno Lisa!

Barbara | Lunedì, 6 maggio 2013 @09:56

Bellissimo, intenso, commovente, il ritratto incantevole di un uomo che, devo dire, fa innamorare! Buona lettura!

Giusy | Lunedì, 6 maggio 2013 @09:35

Buona lettura, dunque! A me è piaciuto moltissimo, è stata una lettura affascinante: della Yourcenar ho apprezzato anche "l'oevre au noir" ma le Mémoires restano - almeno per me - il suo capolavoro. A questo punto, andrò a ripescarlo...

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.