Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Non vedevo l’ora di fuggire dall’infelicità di mia madre.

Giovedì, 27 febbraio 2014 @07:16

"Non vedevo l’ora di fuggire dall’infelicità di mia madre".
(Ruth Reichl)
L’infelicità è contagiosa? Forse, a volte, quella della madre. E allora, per una figlia, è un corpo a corpo serrato. La voglia disperata di essere un’altra: un’altra donna, non come lei.

Forse avete riconosciuto Ruth Reichl, a cui avevo già sfilato dei Buongiorno. E' stata una delle più famose food writers americane: spiritosa e brillante, ha scritto, una decina di anni fa, libri di ricette, e di critica gastronomica, da leggere come romanzi ("La parte più tenera" e "Confortatemi con le mele"). Ma c’è un suo libro che non parla di cibo: parla di sua madre, che non era assolutamente una cuoca – anzi era famosa per cercare di avvelenare i figli con budini di cioccolato ammuffiti - e di tutto quello che le ha insegnato. Con un contro-esempio. Spingendo sua figlia a ribellarsi, a non assomigliarle, a non commettere gli stessi errori. "Mai come mia madre" (Ponte alle Grazie), mi ha commosso e colpito: un atto d’amore, un grazie a una madre che non c’è più.

Questo è il mio #spillo su Gioia di questa settimana. Compratemi, c’è anche il mio reportage in Birmania: con una foto dell’autrice avventurosamente in barca sul fiume, verso le pagode!

3 commenti

coco | Giovedì, 27 febbraio 2014 @13:51

Mi leggi dentro!
Che belli questi buongiorno che ti catturano l'anima.
Buona giornata Lisa. E buona giornata a tutti i lettori.
Un abbraccio.

nostra | Giovedì, 27 febbraio 2014 @10:16

madre il nostro primo amore .

carla | Giovedì, 27 febbraio 2014 @09:59

Mai come mia madre... oppure si ha la fortuna di avere una figlia che da appena è nata cerca di correggere i tuoi difetti : la mia mamma da me ha sicuramente ha imparato a non essere timorosa(come le avevano insegnato tanto tempo fa) e mia figlia corregge continuamente la mia imprecisione, essendo lei una super precisa( pure troppo!!)

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.