Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Come potevo sapere che la felicità più grande era nascosta negli anni apparentemente più bui della mia esistenza?

Martedì, 20 maggio 2014 @08:42

"Come potevo sapere che la felicità più grande era nascosta negli anni apparentemente più bui della mia esistenza?".
(Goliarda Sapienza)
La luce, il buio.

Avete presente quando un libro vi piace così tanto che lo sottolineate tutto; leggete in fretta perché volete sapere come va avanti e allo stesso tempo non volete che finisca? Bene: a me è successo con "L’arte della gioia", da cui sfilo, come ieri, un Buongiorno. (E con altri due libri di cui vi parlerò presto).

5 commenti

LISA | Mercoledì, 21 maggio 2014 @09:40

Carla, onore alle #donneprimadinoi. (E proprio di ieri è la notizia che Il Leone d'Oro alla carriera alla Biennale Architettura quest'anno andrà a Phillys Lambert, che a 27 anni convinse il ricchissimo padre a scegliere Mies van der Rohe per costruire il Seagram Building a NYC, che è entrato nella storia. Non una comunista, certo, ma una donna libera. Ora a 87 anni sarà a Venezia…Mi piace quel che ha detto Rem Koolhaas, l'archistar e curatore, per motivare la decisione: "Architects make architecture; Phyllis Lambert made architects". Gli architetti creano architettura, Phillys Lambert ha creato architetti".). E tu, per favore, raccontaci di tua nonna. Le donne libere prima di noi. Le donne che ci insegnano la libertà.

Carla | Martedì, 20 maggio 2014 @22:08

Lo so, Lisa, che lo spazio é tuo, ma ti chiedo di perdonarmi se parlando di una donna libera,vera e comunista io ricordo la mia nonna che è venuta meno in questi giorni
Grazie a tutte

LISA | Martedì, 20 maggio 2014 @15:37

Forse, Cristiana, è proprio questo il punto, hai ragione: è un libro potente perché riconosce, amplifica e legalizza il diritto al desiderio delle donne. Il desiderio per secoli represso, ingabbiato, silenziato. Modesta, l'indomita protagonista, invece accarezza il suo desiderio, lo segue; è attraverso il desiderio che diventa una donna vera, libera, sicura di sé. Che lezione.

Cristiana | Martedì, 20 maggio 2014 @15:22

Che libro straordinario, leggevo, sottolineavo, e desideravo essere come Modesta. E' un libro che aiuta ad amare il proprio desiderio.

Monique | Martedì, 20 maggio 2014 @09:23

Messo in "lista desideri" :-)

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.