Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

La parola fine esiste. Perché ho bruciato tutto quello che ero quand’ero con te.

Lunedì, 23 marzo 2015 @08:23

"Alla vecchia amica cerchi di spiegare
che tu sei sola, solo azzurro, solo sole
che brucia i semi di quello che sei stata
tu cerchi di spiegare, ma non puoi."
(Francesca Genti)
La parola fine esiste. Perché ho bruciato tutto quello che ero quand’ero con te.

Così termina "Lunare", la poesia che mi ha mandato Francesca Genti per il mio reading e i miei pensieri su amiche/disamiche. La leggerò per intero domani, al Caffè San Marco, alle 18, a Trieste. Forse solo in poesia è possibile pensare a certe amiche perdute, finite sulla luna. Pianeti sempre più lontani.

3 commenti

Giusy | Lunedì, 23 marzo 2015 @15:27

Ho chiuso il secondo volume dell'Amica Geniale e questi versi mi ricordano il complesso tormentato rapporto che a volte si instaura tra amiche, quando l'amicizia è profonda, quando diventa un legame indissolubile, al di là del tempo, a dispetto delle sottili incomprensioni e delle grandi delusioni. In copertina mi sarebbe piaciuto trovare uno dei tanto contorti, crudeli dipinti di Egon Schiele, come nello struggente, bellissimo " L'amico ritrovato" Difficile mettere veramente la parola fine su un'amicizia perduta. A parer mio, le amicizie perdute lasciano sempre una traccia. Indelebile.

Lilabella | Lunedì, 23 marzo 2015 @14:54

Buon reading cara Lisa. Spero che il vento di Trieste questa volta sia più clemente.
Un sorriso.
p.s. grazie per i momenti che mi regali con i tuoi Buongiorno!

Alessandra | Lunedì, 23 marzo 2015 @11:32

Buongiorno! Amiche e disamiche... se decido di chiudere con una persona sono irremovibile, passando anche dalla parte del torto perché tolgo il saluto. Ma sono drastica, diventano sconosciute per me. Le amicizie che portiamo avnti dai banchi di scuola è difficile tenerle, io non ci sono riuscita, siamo cambiate e non ci accettavamo più. Un ricordo in particolare: volevano che scucissi dal giaccone il logo sul braccio perché era a forma di orsetto, e che non indossassi il piumino pesante ma la giacca di pelle, in pieno inverno. Ecco, motivi futili ma, considerando che oltre all'immagine abbiamo un intelligenza, mi somo convinta di troncare. Un'altra mia EX amica quando eravamo in gruppo prendeva in giro il mio fidanzato perché agricoltore...
questi ricordi sono la mia versione, quindi, non è il caso di ritenerli obiettivi e corretti, andrebbero sentite anche loro, la mia mentalità scientifica mi porta a precisare questa cosa! Buona giornata! E buon reading! Un saluto da Roma!

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.