Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

La felicità improvvisa della primavera. Questo sentirsi vivi.

Giovedì, 23 aprile 2015 @08:16

"La felicità le scorre dentro come un torrente in primavera."
(Åsa Larsson)
La felicità improvvisa della primavera. Questo sentirsi vivi.

Così, semplicemente. Sentirsi vivi in primavera. E’ il mio #spillo su Gioia di questa settimana. Il mio Buongiorno dorato.
La frase è tratta dal libro di una delle mie gialliste nordiche preferite (tutti i suoi romanzi sono Marsilio, e sto aspettando il prossimo). Ed è quello che ho pensato in questa settimana di viaggio, mentre guardavo gli alberi sulla mia strada che si accendevano di fiori, anche a Milano, durante il Salone del Mobile, forse la più bella installazione: il profumo dei glicini, la pioggia di margherite nei prati, l’incendio di petali della primavera.

5 commenti

LISA | Venerdì, 24 aprile 2015 @08:12

Sai, Lilabella, che ho fatto molto raramente il bagno nei fiumi e nei torrenti? Una volta in montagna, l'acqua fredda, che ti sveglia subito, ti trascina; e ancora più indietro, una volta in Corsica, un torrente che andava verso il mare. Per me marina, l'acqua del torrente questo fa: corre verso il mare.

Serena | Giovedì, 23 aprile 2015 @19:17

E' proprio così: sul balcone ieri sera, un profumo improvviso e inaspettato mi ha riportato ad una vecchia emozione di felicità, di primavera, di me ragazza, di vita… Come se il profumo aprisse uno scorcio interiore su una realtà vibrante di presenza, fuori dal tempo.

carla | Giovedì, 23 aprile 2015 @13:06

ben tornata!

Lilabella | Giovedì, 23 aprile 2015 @12:14

Mi ricordavo che la Larsson fosse la tua giallista nordica preferita.
Poi mi ricordo ancora, come fosse oggi, la sensazione dell'acqua del torrente sul mio corpo. Era estate ma credimi ho provato una sensazione bellissima. Avevo anche un'altra età e mi sentivo felice per quella piccola grande gioia.

Alessandra R. | Giovedì, 23 aprile 2015 @09:26

Tendiamo (spesso) a dare per scontato ciò che abbiamo, ciò che ci circonda. Talvolta con tale accanimento in questa perenne e forsennata ricerca del nuovo, del diverso, dell'unico. Quando poi questo si manifesta ogni giorno sotto i nostri occhi. E non dovrebbero servire le "giornate mondiali di" per ricordarci che la natura è poesia... dici bene: la più bella installazione!

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.