Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Mi piace quel che avviene di trovare nel lavoro, l’occasione di scoprire se stessi.

Venerdì, 1 maggio 2020 @11:09

"Non amo il lavoro, nessuno lo ama; ma mi piace quel che avviene di trovare nel lavoro, l’occasione di scoprire se stessi"
(Joseph Conrad)
Io ho imparato, scrivendo, che sono - siamo - fatti a strati. Scrivere è svelare, non solo raccontare. E tu che cos’hai scoperto, di te, lavorando?

Il Buongiorno di oggi viene da "Cuore di tenebra" (Einaudi), un piccolo classico che mi aspettava da anni, ancora incellofanato, nella pila dei #librichemiaspettano. Lo sto leggendo adesso. E quest’osservazione, che mi ha fatto molto pensare, è del protagonista, su un barcone su un fiume oscuro in Africa… Ho pensato che sono fortunata: il mio lavoro è raccontare il mondo, fuori e dentro di noi. Scrivendo, scopro nuovi universi – anche dentro di me. E ho scoperto, di me, che sono fatta a strati. Mi raccontato cos’avete scoperto di voi, lavorando? (Ah: io mai come adesso ho scoperto che mi piace lavorare. Forse perché non ho quasi più lavoro… Ma ho comunque, sempre, la scrittura).
E a proposito di Conrad, che non conoscevo e di cui non avevo mai letto nulla: mi affascina l'idea che prima navigò (quasi vent'anni), e poi scrisse. Non solo. A nove anni, davanti a una carta geografica dell'Africa, mise l'indice sulla "macchia bianca" (o "blank space") che ne segnava la zona allora inesplorata e disse: quando sarò grande, andrò lì. Era il Congo, dove andò effettivamente nel 1890.

3 commenti

LISA | Sabato, 2 maggio 2020 @16:50

Sabrina e Carla, vero: forse le più fortunate, a prescindere dal guadagno, sono le persone che possono dire: mi piace quello che faccio. Ecco, scoprire il lavoro che ci piace, e poterlo fare, è davvero un grande privilegio. Chissà cosa succederà nel post pandemia, speriamo in bene.

Sabrina | Venerdì, 1 maggio 2020 @15:49

Io ho scoperto di voler lavorare nel sociale, voglio poter fare qualcosa di buono. Ora faccio l'insegnante e sono molto contenta.

Carla | Venerdì, 1 maggio 2020 @12:05

Buon Primo Maggio!
cosa ho imparato lavorando? che mi piace quello che faccio, che anche se nel dibattito pubblico gli insegnanti sono assenti, insegnando accade di trovar se stessi; tutti giorni entri in classe in modo e ne esci diversa per ciò che accade. Si sta in costante contatto con la creatività, perchè assicuro che sentire certe risposte è dimostrazione di assoluta creatività!Si riesce sempre a fare merenda a metà mattina senza sentirsi in colpa, si riesce a sentire pulsare la vita dagli occhi dei ragazzi: l'amore, l'abbandono, la forza e la passione. Anche ora, così distanti, ti cercano con lo sguardo, ti ascoltano e vogliono fare bene il lavoro. I ragazzi,talvolta, sono terribili ma riescono sempre a trovare il modo di ricostruire una relazione, di darti una possibilità di ripartire e di credere in te stessa e in loro stessi. In più è un lavoro che ha il lusso del tempo, non tanto quello estivo, ma quello quotidiano che ha ritmi umani. Si oggi, primo maggio festa dei lavoratori posso dire di essere una lavoratrice fortunata....sul guadagno bisognerebbe fare un 'altra riflessione, come credo però per tante altre categorie professionali...

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.