Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Il rumore di qualcosa che inizia.

Sabato, 29 agosto 2020 @09:01

"La vera creatività è distruttiva. Per creare qualcosa di nuovo devo rompere quello che ho, che penso e che faccio normalmente"
(Sakamoto)
Il rumore di qualcosa che inizia.

Il rumore, lo strappo di qualcosa che inizia. Il Buongiorno di oggi non viene da un libro, non dalle pagine di un poeta o di uno scrittore, ma da un’intervista sul mio giornale preferito, l’inserto cultura del weekend del Financial Times, a Ryuchi Sakamoto, il compositore giapponese. Che ha detto: "To create something is a very strange thing to do. Because I want to create something new, it means I have to break what I have, break down what I think and what I would normally do". E più avanti ripete: "True creativity is destructive". Sakamoto, che ha 68 anni, genio della musica elettronica, lo sa.

2 commenti

LISA | Lunedì, 7 settembre 2020 @08:24

Mi ha fatto ridere, Carla, il tuo "audace come un formichiere"!

Carla | Sabato, 5 settembre 2020 @18:42

Ho letto il tuo buongiorno di oggi su instagram, c'è uno strano filo conduttore che lega i due post: la distruzione, la rottura come come cambiamento. Io, che di solito, sono audace come un formichiere, ho distrutto e sto cercando di ricreare qualcosa. Sono ancora in alto mare, se la demolizione senza troppi strappi, devo dire che sulla creazione sto inciampando. Mi rialzo ma i primi passi sono sempre un po' incerti. Speriamo di riuscire presto a capire l'intera creazione.
Buon inizio anno, Lisa.
Settembre è sempre il mese del cambiamento, del nuovo e delle promesse.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.