Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Il respiro del mare.

Lunedì, 28 giugno 2010 @07:23

"Il vecchio si volta cautamente nel letto
fuori, il mare di giugno
respira veloce nel maestrale"
(Antonella Anedda)
E io solo questo desidero, oggi: tornare ad ascoltare il respiro e la voce del mare.

(Questi versi sono tratti da "Il catalogo della gioia", Donzelli editore, e fanno parte di un ciclo di poesie dedicate all'isola della Maddalena, in Sardegna)

8 commenti

LISA | Martedì, 29 giugno 2010 @08:45

Per ANNALISA FARMACISTA: che bello, oltre alla Berberova e alla von Arnim (tra le mie preferite) porti anche me in montagna!

LISA | Martedì, 29 giugno 2010 @08:44

Sai cosa mi ha fatto tenerezza, SABRINA? Vedere come Carrie e Mr. Big cercano, goffamente, ognuno a suo modo, di mantenere lo "sparkle", lo scintillio del romanticismo, anche nel matrimonio. Un matrimonio dove si è solo in due: "just the two of us". Ma sì, poi a ripensarci di Sex and the City 2 qualcosa rimane. Ci fa pensare. Forse perché alle vecchie amiche si perdona (quasi) tutto. (Se nel volete leggere qualcosa di più sul film andate al post del 19 giugno).

Annalisa farmacista | Martedì, 29 giugno 2010 @08:29

Bè avevo parecchi arretrati: prenderò con me "Il giunco mormorante" di cui avevi parlato tantissimo tempo fa e "Il giardino di Elisabeth" della Von Armin. Oltre a finalmente poter tornare a studiare inglese. Parto giovedì sperando di trovare l'agognato freddo. Una settimana in Austria nella valle dello Stubai e una settimana in Val Gardena a S.Cristina. Ma ti leggerò sempre, dato che quest'anno abbiamo finalmente il lapotop con cui rimanere collegati!

LISA | Martedì, 29 giugno 2010 @08:28

Che bella la frase che hai citato, PATRIZIA DELLA STAZIONE ROGERS. E che vera. Alla tua lista aggiungo "Zoo o lettere non d'amore" (Sellerio), che Viktor Šklovskij scrisse negli anni Venti da Berlino, e da cui ho tratto il Buongiorno del 12 giugno 2008:

"Mi hai dato due incarichi. 1) Non telefonarti. 2) Non vederti. Adesso sono un uomo occupato" (Viktor Šklovskij)
E magari aggiungiamo: 3) Non mandare sms né mail. L’amore respinto è un lavoro a tempo pieno. Ma anche una grande lezione di vita: c’è così tanto tempo, adesso, per nuovi viaggi. Alla scoperta di sé. E di nuovi, più accoglienti sguardi.


patrizia rogers | Lunedì, 28 giugno 2010 @20:41

io dalle vacanze sono già tornata: essendo a Berlino, ho letto Christa Wolf, "Unter den Linden", ossia "sotto i tigli", come il viale nel quale ho passeggiato. Ho sottolineato tanto, anche una frase di Rahel Varnhagen: "Sono convinta che essere feriti là dove siamo più sensibili e dove ci è più insopportabile faccia parte della vita: l'essenziale è come ne usciamo".
Poi sono arrivata a metà di "Che tu sia per me il coltello", meraviglioso.
Che dire? un'estate così, cercando di dimenticare "lui". Già, proprio vero, l'importante è come ne usciamo.
buona serata, Lisa, buona serata a tutti!

LISA | Lunedì, 28 giugno 2010 @19:55

E cos'hai messo nella valigia dei libri da leggere, ANNALISA FARMACISTA? (So che cosa NON hai messo, cara: i libri di Lisa Corva, che ha già letto, straletto e regalato...).

Annalisa farmacista | Lunedì, 28 giugno 2010 @13:17

Il respiro del mare l'ho ascoltato ieri, ma sono in attesa di perdermi nei profumi dei boschi, tra l'odore quasi eccessivo del legno e dell'aria fresca dei monti. giovedì parto e sono contenta. Quest'anno per la prima volta ho preparato prima la "valigia" dei libri da leggere. Grazie Lisa dei consigli.

Sabrina | Lunedì, 28 giugno 2010 @10:11

Il passo di oggi sembra un po' tratto da "Il Vecchio e il Mare"! Venerdì sera sono andata finalmente a vedere Sex and the City 2 e devo dire che avevate ragione, è un film davvero stupido o forse sarà che l'etnocentrismo americano mi ha davvero stancata. A me non è preso male vedere Big sul divano, quanto Carrie che a 43 anni non ha voglia di stare a casa neanche una sera e viene anche perdonata senza battere ciglio. Mi dispiace dirlo, ma a me Big ha fatto tenerezza... Buona settimana a tutti voi.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.