Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Al suono ipnotico della lavatrice.

Mercoledì, 22 settembre 2010 @14:26

"Al suono ipnotico della lavatrice
lavo le mie macchie
curo le ferite
trasformo il dolore in cicatrice".
(Francesca Genti)
Sarebbe meraviglioso poter mettersi in lavatrice, uscirne puliti e profumati: senza più le macchie dei rimpianti, delle malinconie, del disamore. E stenderci fuori ad asciugare, respirando l’ultimo tiepido sole.

(I versi di oggi sono tratti da "Poesie d’amore per ragazze kamikaze", di una giovane poetessa italiana che mi piace molto: Francesca Genti. Ricordate "Ti aspetto sulla Via Lattea/ al chilometro numero nove"? Era il primo Buongiorno che le ho rubato, quello del 24 marzo. Altri suoi versi li trovate il 2, 15 e 29 aprile. A me però il Buongiorno di oggi ha fatto venire in mente Emma, Aspirante Madre nonché Casalinga Telematica, e il Richiamo della Lavatrice, ricordate?)

7 commenti

Giusy | Giovedì, 23 settembre 2010 @14:46

Oggi ho letto con attenzione la posta precedente. Grazie Simona per aver voluto condividere la piccola emozione che avrai provato scoprendo una minuscola ila alloggiata in una bellissima rosa autunnale. Le mie rose invece sono davvero arrugginite, provate dal caldo sole romano. Tornando al "fuori posto" io lo sono per un fatto di età, però mi piace affacciarmi sul vostro giovane mondo femminile, forse perchè ho generato solo maschi.

LISA | Giovedì, 23 settembre 2010 @11:51

Per ALESSANDRA: ah, l'iPad! Meglio, molto meglio di una it-bag. E marmellate di mirtilli... Riscrivimi quando avrai finito "Un giorno" di Nicholls, sono curiosa di sapere cosa ne pensi. Io a questo punto aspetto il film! Per CARLA: tintoria? O i rimedi della nonna. Cercati su Internet da vera Casalinga Telematica.

Sabrina | Giovedì, 23 settembre 2010 @09:34

Alessandra, che bello! E' proprio questo che amo, unire la spensieratezza di un picnic a discorsi un po' più impegnati, è bello perchè vuol dire che nella propria vita c'è spazio per tutto... Per la poesia e per la moda, per la voglia di stare a casa e godersi la tranquillità delle piccole cose e per viaggiare e scoprire nuove realtà. Buona giornata a tutti!

Alessandra | Mercoledì, 22 settembre 2010 @22:48

Ciao Lisa, come mi piacciono questi tuoi post che sanno d'autunno: profumo di armadi, rose arrugginite e il suono ipnotico della lavatrice. Mi piacerebbe chiudermi in casa a mettere in ordine cassetti fare bucati e marmellate (quella almeno l'ho fatta - mirtillo) e addirittura fare lunghe sciarpe a maglia (ma da più di vent'anni non prendo un ferro in mano). Invece sto tutto il giorno fuori di casa, attaccata a computer e telefono, passando da una riunione a una conference call. Per questo mi piace il tuo blog, perché apre quotidiani spazi poetici, per sognare e riflettere. Ma mi piace anche la leggerezza delle cronache fashion, e mi incuriosiscono le interviste agli scrittori e i suggerimenti di libri (sto leggendo One day, adesso e mi sta piacendo molto). Mi piace che si parli un po' di tutto, anche se adesso ho meno voglia di parlare di me di quanto non avessi la prima volta che mi sono affacciata sul vecchio blog. Posso pero', con un po' di ritardo, dire cosa porto con me nell'autunno di questa estate: uno splendido iPad, da cui ti sto scrivendo, le immagini della Highline al tramonto, popolato di coppie e gruppi di amici che si portavano cesti da picnic per l'aperitivo, un retreat un po' alternativo nel New Hampshire dove si facevano passeggiate e bagni in un lago bellissimo e la sera si discuteva della politica di Obama. Buon autunno!

carla | Mercoledì, 22 settembre 2010 @18:38

e quando anche la lavatrice non funziona più ( come la mia!) chi potrà aiutarci a lavare via le macchie?
Bastano i vecchie rimedi ?

Lila | Mercoledì, 22 settembre 2010 @16:28

Grazie Simona e un soffio. E sì, Lisa, sarebbe meraviglioso ogni tanto infilarsi in lavatrice per uscirne senzia rimpianti e nostalgie. Per quanto riguarda poi il respiro del sole spero che queste giornate settembrino mi regalino ancora un bel pò di emozioni.

Simona | Mercoledì, 22 settembre 2010 @15:08

E come se mi ricordo del richiamo della lavatrice e anche dello stendino itinerante! Sì, sarebbe proprio bello essere come i panni che vengono lavati, centrifugati e asciugati al sole (ma non hai una fantastica asciugatrice?). Però mi pacerebbe essere di cachemire perchè mi farebbero il programma ... SPA! Sul discorso blog penso ci sia spazio per tutto e tutti: aspirantato, poesia, libri, moda, viaggi, filosofia. A me la poesia non piace (non ammazzatemi) e quindi quando dissertate su di lei io non commento; se la poesia invece è un pretesto per filosofeggiare sulla vita allora ho qualche appiglio. Sulle "rose arrugginite": su una rosa del mio giardino kleenex ho trovato una ila ovvero una rana di quelle piccole e verdissime ormai rare: si era infilata tra i petali della rosa. Bellissima! Essendo rara dedico la piccola ila nella sua rosa a tutte/i voi come portafortuna.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.