Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Io seguo la luce.

Venerdì, 24 settembre 2010 @12:43

"Seguo la scia di luce dentro i mesi, nella cripta autunnale
ascolto la prima pioggia ampia sulle grondaie.
Settembre – dice il calendario a metà consumato con figure
d’insetti sopra i fogli. Quasi ottobre anticipano i gusci di
lumaca uno per ogni giorno a disdire con lentezza la paura".

(Antonella Anedda)

Le giornate si accorciano, ma io seguo la luce.

(I versi di oggi sono tratti da "Il catalogo della gioia", di Antonella Anedda, Donzelli Editore).

7 commenti

Farfalla | Venerdì, 24 settembre 2010 @21:35

mi piace la poesia criptica di Anedda. Potrei starci a pensare sopra per tanto tempo. Ma non voglio pensare all'autunno con le sue foglie morte, alle giornate che si accorciano, ai vestiti pesanti che si dovranno indossare. Preferisco la luce, il calore dell'estate che ci scalda, e... gratuitamente. Molto cheap, vero?

Carla | Venerdì, 24 settembre 2010 @19:51

Grazie Marina per avermi spiegato il fascino che su di me esercita il nord: il lento scorrere della vita...
Per la verità, a me piacciono motissimo le giornate di sole e di luce, forse, perchè, come dici tu, dicono qualche bugia.

Sabrina | Venerdì, 24 settembre 2010 @16:48

Per Marina: a me invece è proprio questo che piace della luce, le promesse che sembra contenere. Mi dà un senso di sicurezza, come se ci fosse sempre spazio per qualcosa di bello. La speranza mi dà serenità... I miracoli qualche volta succedono, non smettere di crederci :-)

Francesca | Venerdì, 24 settembre 2010 @15:59

C'è davvero la luce... La prima pioggia lava via il dolore per la mia libertà perduta? Un tempo lo credevo, ora non lo so. Mi sembra di non sapere più niente.

Marina | Venerdì, 24 settembre 2010 @15:49

Io, lo avro' già detto, non amo il caldo, anzi proprio non mi piace, e mi fa soffire. Amo il mare, la spiaggia e in nome di questo sopporto l' estate. Dell' estate non mi piacciono nemmeno tanto le giornate infinite di luce, che ti lasciano una breve oscurità, soprattutto qui al nord dove vivo. A settembre (quest' anno gà ad agosto per la verità...) ritroviamo il nostro vento e il nostro grigio, io preferisco, l' estate con tutta quella luce, sembra che debba contenere tante promesse. Quando non c'e' luce, quando d' inverno i giorni sono corti, uno non si aspetta grandi cose, si accontenta della vita senza sperare nei miracoli del sole. A me piace l' autunno, e di piu' l'inverno, la stagione in cui sono nata. Mi prenderete per pazza lo so...

Laurel | Venerdì, 24 settembre 2010 @15:38

Io adoro l'autunno, i colori che cambiano, la pioggia, le giornate che si accorciano ... e poi ...quel profumo nell'aria di foglie bagnate, e quella voglia di stare con lui abbracciata tra la nebbia.

Sabrina | Venerdì, 24 settembre 2010 @14:45

In questo periodo di turbolenta serenità e decisioni da prendere, il momento della giornata in cui mi viene malinconia è proprio la sera mentre sono sull'autobus, guardo fuori e vedo le giornate accorciarsi. Anni fa l'autunno mi faceva stare male, poi nel tempo questa cosa l'ho superata e adesso mi sembra di esserci caduta di nuovo, sarà un po' strano, quest'anno. Ho visto le collane di perle trasparenti, non le conoscevo, sono bellissime!

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.