Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Frigoriferi e telefonini.

Domenica, 6 marzo 2011 @09:19

Una delle scene che più mi ha divertito in "Il buongiorno del mattino", commedia hollywoodiana che poteva forse essere un pochino più romantica, è quando la protagonista, Rachel McAdams, ragazza con frangetta, in carriera, e completamente dipendente dal suo telefonino, si arrende: e, a casa del fidanzato, infila il suo BlackBerry dentro il frigo… perché se lo sente squillare non riesce a non rispondere. Mi ha ricordato Isla Fisher che, in "I love shopping" (proprio quello tratto dal libro della Kinsella), congela la carta di credito per non avere la tentazione di usarla. Mitica la scena in cui, ridotta all’ultimo centesimo, la tira fuori dal freezer e la martella per scongelarla. Usi impropri degli elettrodomestici. Mi chiedo quale sia il mio!

4 commenti

Sharon | Martedì, 8 marzo 2011 @17:14

Spegni e accendi con i sentimenti. Sarebbe fantastico! Mi chiedo se in questo momento sarebbe più opportuno accenderli o spegnere tutto.
La scena della carta di credito è fantastica, e lo dico sempre, in quella scena vedo la mia bella mumy: una shopping victim di quelle esagerate!
Baci Lisa

LISA | Domenica, 6 marzo 2011 @20:45

CARLA: sarebbe interessante poter usare lo stesso metodo (spegni e riaccendi) anche con gli amici e gli amori, magari funziona!

Carla | Domenica, 6 marzo 2011 @18:07

io invece risolvo tutti i problemi tecnologici ( il modem non parte , il pc, non visualizza, lo schermo della lim non si accende ?) come se fossero elettrodomestic... stacco la spina e la riattacco.

Giusy d'antan | Domenica, 6 marzo 2011 @14:05

Ah, Lisa, io a volte vorrei congelare i miei pensieri e, di tanto in tanto, i miei sentimenti!. Esilarante il martellamento scongelatore della carta di credito.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.