Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Io, te, e questo letto stretto.

Lunedì, 7 marzo 2011 @08:24

"L’uomo che nominò il mio letto stretto era una persona tranquilla ma aveva buone domande. Immagino che tu mi ami, a modo tuo, gli dissi una notte prima dell’alba, mentre stavamo sdraiati nel letto stretto. E come altrimenti ti dovrei amare – a modo tuo?, mi chiese. Ci sto ancora pensando."

(Anne Carson)

Ma forse, in questo letto stretto, troveremo uno stesso modo di amarci.

(Anne Carson è una poetessa canadese, ma la frase di oggi è tratta da uno strano, intenso libro di pensieri e prose, "Antropologia dell’acqua", Donzelli)

12 commenti

LISA | Mercoledì, 9 marzo 2011 @19:38

MYRIAM fiorentina dunque... Ma sai che in "Glam Cheap", la protagonista, Stella, la Ragazza dallo Sguardo Prezzante, a un certo punto si ritrova a Firenze? Mi raccomando: lei (e il mio libro) ti aspettano.

Myriam | Mercoledì, 9 marzo 2011 @17:25

Ciao Lisa! Ti scrivo da Firenze, che finalmente riesce a vedere un pò di sole in questi giorni! Ho iniziato a conoscerti tramite i Buongiorno che leggevo su CIty, nel 2007, quando ancora riuscivo a trovare qualche copia del giornale per strada....ora non ne trovo più! E cosi vengo qui tutti i giorni a leggere il Buongiorno, che molte volte si rivela fonte di ispirazione per qualche foto inaspettata durante la giornata.......ah si! sono una "photography addicted" e unica superstite della pellicola!

LISA | Martedì, 8 marzo 2011 @10:03

CRISTINA: il libro l'ho letto a tratti, l'ho trovato intenso ma difficile, come spesso sono le prose dei poeti.

LISA | Martedì, 8 marzo 2011 @09:25

Grazie, MYRIAM. Mi racconti da dove scrivi? E sei capitata qui seguendo le tracce del Buongiorno, o sei un'amica di Stella ed Emma, le eroine dei miei libri?

LISA | Martedì, 8 marzo 2011 @09:19

PENNY: in effetti buttarlo giù dal letto non è male come opzione...

Myriam | Lunedì, 7 marzo 2011 @20:04

Tutto quello che so di Lei è che riesce a trovare un pensiero diverso per ogni giorno, mai banale, mai ripetitivo. I suoi buongiorno riescono a farmi tornare il sorriso anche nelle giornate più brutte. Grazie!

Cristina | Lunedì, 7 marzo 2011 @18:10

Quanto l'ho cercato questo libro Lisa!
Poi altri titoli si sono depositati sopra quello, come strati di polvere e luce e i giorni ne avevano quasi cancellato le tracce di desiderio, quando ecco questo stralcio vestito da buongiorno...
Dimmi Lisa, l'hai letto? Com'è? Che impressioni ti ha lasciato?

Il mio, a quest'ora, più che un buongiorno è una buona sera...
che poi è anche il tempo che preferisco, quella del cielo che diluisce la luce agli angoli dell'orizzonte, per lasciare il posto a pennellate di velluto fatte di silenzi più intensi e di stelle lontane.
Questo letto troppo stretto, divenuto finestra. Distanza.
Infiniti modi di amare e di dire addio.
Orione sempre basso, a est, appena sopra i tetti delle case dove gli amori sono puzzle che si compongno e scompongono nelle ombre che attraversano la cornice di una finestra illuminata.
Vite che si attraversano, sotto un cielo di immobili stelle, mentre l'inchiostro di quelle lettere sbiadisce, i cocci di un vaso caduto a terra, si addensano in una percettibile assenza e il ricordo della fragranza di una rosa appassita sopraffà l'anima, simile all'alone di un quadro spostato, all'impronta di un bacio sulla pelle o sull'orlo di un bicchiere abbandonato.

stefania | Lunedì, 7 marzo 2011 @14:13

voglio essere amata a "modo mio" perchè penso che sia un "modo giusto" e invece sono amata a "modo suo" che forse tanto giusto non è!, il letto è grande, ci stiamo comodi ,in attesa di trovare il "modo giusto per noi"!!!

annetta | Lunedì, 7 marzo 2011 @12:03

sono esattamente in questa situazione, anche se io mio uomo non è una persona tranquilla. dopo più di tre anni ancora mi chiedo se troveremo mai un modo condiviso di amarci....ma siamo ancora qui, nonostante mille baruffe, e questo è un dato di fatto...Grazie Lisa per questo Buongiorno, Anna

Nina | Lunedì, 7 marzo 2011 @11:03

stretto come un sms, una chat...un letto stretto di parole.

penny | Lunedì, 7 marzo 2011 @09:25

io l'avrei buttato giù dal letto stretto !

Sabrina | Lunedì, 7 marzo 2011 @09:23

E' proprio un buongiorno azzeccato per questa mattina. Io esco con una persona con cui sto bene ma che mi tiene in sospeso e mi chiedo se, a modo suo, lui si senta come me. Ieri sera siamo andati a vedere "Immaturi", l'avete visto? E' un film molto bello, perchè passa un bel messaggio... Ho pianto per metà film, perchè mi sono resa conto che non ho quello che vorrei. Non ho, però la forza di ragionare da single e nemmeno quella di pensare che troverei un'altra persona così. Ma come si fa a trovare la forza? Mi iscriverò a yoga, pare possa aiutare a creare un equilibrio tra anima e corpo. Io decisamente non ce l'ho, può essere un primo passo. Bacioni a tutti

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.