Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

I miei braccialetti, le mie amiche.

Venerdì, 2 dicembre 2011 @07:45

"E poi ci sono i miei braccialetti. Ne ho otto, d’argento: ognuno è un regalo di una cara amica. Due sono morte… Li porto sempre, ovunque: sotto la doccia, nella vasca, quando nuoto. Mi parlano di amicizia".
(Helena Kennedy)
Le mie amiche al polso. Le porto ovunque con me.

(Di nuovo parole che mi vengono incontro. Queste sono tratte da un'intervista che ho letto sul Financial Times a Helena Kennedy, avvocato, presidente dell'associazione Justice. Una frase che mi ha molto colpito perché conosco un'altra donna, una settantenne molto chic dell'editoria italiana, che porta un gioiello-amiche: degli anelli d'oro incrociati. Ognuno simboleggia un'amica, e tutte le amiche hanno lo stesso gioiello. Mi ha molto colpito perché racconta di quanto, certi gioielli, raccontino delle storie; del perché non ci separiamo mai da certi anelli, braccialetti, orecchini. Perché ci consolano e ci danno forza. Sono il legame con una madre che non c'è più, con un'amica che è la nostra sciarpa o il nostro maglione - ricordate il Buongiorno di venerdì scorso? -, con un amore caldo e radiante. Gioielli, e sentimenti. Chissà qual è il vostro?)

Come ogni venerdì, trovate il Buongiorno di oggi anche in inglese, nella parte globish di Lisa. E potete ricevere Lisa-globish via Twitter, ogni mattina, sul vostro telefonino.

11 commenti

una a caso | Sabato, 3 dicembre 2011 @20:25

oggi siamo tutti un pò confusi . cambia il tempo .

ilaria quarteroni | Sabato, 3 dicembre 2011 @19:47

....pezzi di carta,parole non dette,lettere non scritte.sguardi,tenerezze,profumi, odori,sapori,parole parlate,silenzi pieni d'amore e di speranze.affido ad altri tutto il resto.Però forse,il manoscritto con dedica,per ora resta ancora li.lo voglio coccolare ancora per un poco.mah! ilaria archivista.

Giusy d\'a. | Sabato, 3 dicembre 2011 @13:59

Ma scusate, Christy, Keylon, Yayna,. non potreste curare un pochino di più l'ortografia? Che fatica per me capire cosa scrivete. E tu, dai vari pseudonomi e dal linguaggio indecifrabile (o quasi) come mi diverti (o quasi). Regali di amiche carissime? Sciarpe di seta, da me curate come fossero gioielli. e come mi fa bene avvolgermele al collo.

Keylon | Sabato, 3 dicembre 2011 @12:25

Brilliance for free; your parents must be a sweetehart and a certified genius.

Laura | Sabato, 3 dicembre 2011 @08:31

Purtroppo non ho braccialetti e neanche anelli che mi ricordino di lei, la mia amica Daniela che da 8 mesi non c'è più, ma non c'è giorno in cui io non pensi a lei, ai nostri ricordi di quando eravamo bambine, ragazze, e poi donne. E' nel mio cuore e lì rimarrà per sempre...

Jayna | Sabato, 3 dicembre 2011 @07:17

Always a good job right here. Keep rolling on trhoguh.

una a caso | Venerdì, 2 dicembre 2011 @16:44

grazie annetta , amo tutto il mondo ,è vero , ma le foto mi danno ricordi piu piacevoli degli oggetti ..un saluto

annetta | Venerdì, 2 dicembre 2011 @15:28

@una a caso: causa trasloco anch'io ho appena finito, anzi sto ancora buttando una marea di cose; ma basta conservare per ogni persona veramente cara un solo oggetto; a meno che tu non sia madre teresa di calcutta che ami tutto il mondo, con una decina, al massimo 15 oggetti te la cavi :-)))

una a caso | Venerdì, 2 dicembre 2011 @10:16

sopraffatta da oggetti quadri mobili ereditati o regalati un giorno o l'altro butto tutto in soffitta amo la "mia"stanza che parla di me ....egoismmo puro o voglia di rinnovarsi ?

annetta | Venerdì, 2 dicembre 2011 @10:02

Non amo i gioielli e non ne porto; però le mie amiche sono "oggetti" sparsi per la casa: un mug, una tazzina decorata, un quadro fatto da lei, un piatto in decoupage da appendere, una rana di pezza, un cestino di vimini che nonostante traslochi e ristrutturazioni mi hanno sempre seguito e dai quali non mi separerò mai. Le mie fasi della vita sono invece immagini, affiches appese ai muri di casa, veri e propri stati d'animo visivi per me. Oggetti e quadri di pochissimo valore, ma che emanano una certa malìa, che chi mi viene a trovare spesso percepisce . Penso che gli oggetti che guardiamo con affetto, risplendano anche agli occhi degli estranei...

Cristina | Venerdì, 2 dicembre 2011 @09:53

Nessun gioiello... perché le cose che mi parlano di amicizie e affetti sono altre. Detesto perfino il ciondolo a forma di cuore diviso, la cui metà combacia con quella del partner. Oggetti banali, scontati.
Testimoni d'affetti e d'amicizie sono le lettere, un nastro per capelli prestato, una sciarpa o un profumo condivisi. La carta di una caramella, il biglietto di un treno o di un cinema. Un portafortuna di lana intrecciata, da inserire come segnalibro nel libretto degli esami universitari.
Oppure il ricamo in un fazzolletto o sull'orlo di un lenzuolo.
Oggetti fatti di poco, che non luccicano, anche se sono cuciti col filo delle generazioni, delle parole non dette. Tesori da custodire e ritrovare.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.