Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Persefone mette i jeans oggi.

Venerdì, 6 aprile 2012 @08:41

"Persefone mette i jeans

oggi ma è sempre la stessa dolce

ragazza è di nuovo primavera e lei

se ne viene dagli inferi

col lauro sulla fronte portando

i semi che rinnoveranno

la terra e faranno rinascere

tutti i fiori e le piante

lei scioglie la neve

calma il mare

ora ogni cosa

cresce lei è l’albero in foglia"

(James Laughlin)

Anch’io come Persefone. Oggi sono pioggia, sono un albero che mette le foglie, porto nella tasca dei jeans i semi della primavera.

Mi piace sempre il mito di Persefone, la figlia perduta, anzi rapita; la figlia che per amore rimane nell'aldilà - ma quando torna, ogni anno, è primavera. I versi di oggi sono tratti da "Una lunga notte di sogni – Poesie 1945-1997" (Guanda), dell’americano James Laughlin.
Come ogni venerdì, li trovate anche in Lisa globish. E vi ricordo che con Twitter potrete avere ogni giorno il mio Buongiorno sul vostro telefonino… Buone feste di primavera.

9 commenti

Farfalla | Domenica, 8 aprile 2012 @17:05

Maria. con quel tuo nome, proprio a Pasqua non potevi risparmiarti "acre bleu" che leggerei, se mi è concesso, Sacrébleu" ? nella mia profonda ignoranza, lo leggo come una leggera imprecazione Seguo poco il blog raramente leggo Grazia e non faccio parole incrociate e non vedo cosa c'è di sbagliato nell'incrociare Grazia con la settimana enigmistica quindi non capisco la tua malcelata irritazione. Buona pasquetta e leggi, leggi, informati e studia. io farò altrettanto.

Maria | Domenica, 8 aprile 2012 @06:17

Farfalla per essere una che segue Lisa hai perso la scommessa!!!
L'ho letta su Grazia . Et ma foi drôlement approprié acre bleu !!!!!

Lilabella | Sabato, 7 aprile 2012 @21:57

La primavera che nasce e fa rinascere noi ogni anno. Buone feste di primavera anche a te Lisa. Io ora sono sempre con il mio nick ma su iobloggo, quando ti va di passare sono lì. Un abbraccio

Farfalla | Sabato, 7 aprile 2012 @13:39

E' vero!!! Ma dove l'hai letta? Scommetto sulla settimana enigmistica.

maria | Sabato, 7 aprile 2012 @10:11

la culture c'est comme la confiture,moins on en a, plus on l'ètale.
(jean theodore delacour

LISA | Venerdì, 6 aprile 2012 @20:51

DOMO: "Pane e tulipani", del 1999, di Soldini, molto carino. Lei che viene "dimenticata" dalla famiglia a un autogrill, e decide a quel punto, d'impulso, di andare a Venezia, dove non è mai stata. E di iniziare un'altra, seconda vita... La storia, la svolta, mi ricorda molto un mio libro cult, "Per puro caso", di Anne Tyler, Guanda. Storia americana di una quarantenne, sposata, figli adolescenti, che dopo una mattinata in spiaggia decide che no, lei non torna a casa… e se ne va, in cerca di un'altra vita, con le scarpe da ginnastica ai piedi e il costume in borsa. Mai avuto la tentazione?

domo | Venerdì, 6 aprile 2012 @16:27

"la figlia che per amore rimane nell'aldilà - ma quando torna, ogni anno, è primavera"
Mi chiedo sempre, lo faccio con il rispetto di chi non puo' comprendere, perche' ci sono donne che talvolta scelgono di vivere nell'aldila' (figlia=donna) aldila' rappresentato da uomini fatti di tenebre, da genitori avvolti di luce oscura e poco chiara, scivolando verso il basso in questi rapporti, in queste lunghe e complicate storie di famiglia.
A volta tornano verso la luce, e allora e' primavera.
Quando incontro queste donne mi chiedo se sia l'amore che hanno in esse che le spinge verso il l'aldila' (che immagino freddo e poco luminoso e che associo al basso) lasciandosi scivolare fluttuando con i polmoni che si riempiono d'acqua, zavorra che inabissa.
Ma quando scelgono di tornare in alto...e' cosi' bello...
domo
Ps: per Lisa, Lisa pensando a Venezia di cui hai parlato ieri ricordi "Pane e Tulipani"? QUel bellissimo film dove Licia Miglietta scopre una Venezia poco turistica e dove ri-comincia a vivere?

LISA | Venerdì, 6 aprile 2012 @14:35

GIUSY: in verità la clemenza c'è anche nel mito di Persefone. Riassumo, e rispolvero la storia anch'io: Persefone, figlia di Demetra (dea della fertilità) e di Zeus, viene rapita da Ade, e trascinata nel suo regno, quello dell'aldilà; per i greci nel buio, delle profondità della terra. Demetra, disperata per la figlia, scatena brutto tempo e tempeste... Finché grazie all'intervento di Zeus si arriva a un accordo: Perfesone potrà tornare sulla terra, ma una volta all'anno, ogni sei mesi. E quando torna, le braccia colme di fiori e semi, è primavera. Il mito è quello della rinascita... (Secondo una versione più romantica, è Persefone che vuole rimanere nell'aldilà: mangia i semi del melograno, frutto legato all'oblìo, non costretta ma per rimanere con Ade, di cui poi alla fine fine si è innamorata. Ma i semi del melograno - uno per ogni mese - sono sei). Cliccate qui per trovare un altro Buongiorno legato a Persefone, quello del 17 dicembre 2010: "Sceglievo parole forti, per spezzare il ghiaccio".

http://www.lisacorva.com/it/view/351/

Giusy | Venerdì, 6 aprile 2012 @13:45

Ade e Persefone, Orfeo e Euridice: Il primo la porta giù, l'altro vuole riportarla su. Ma gli dei non sono clementi, Orfeo sbaglia e ne paga il fio. Mi chiedo se ci sia un mito nel quale è prevista la clemenza. Devo studiare...o qualcuna di voi può aiutarmi. mi stanno sfuggendo tante cose. Forse Gesù di Nazareth ha introdotto il concetto?

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.