Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Perché nel posto dove vai non ci sono speranze né perdita, rimorso e dolore.

Lunedì, 16 luglio 2012 @09:48

"Intanto lei torna qui da me ogni volta che dormo, in sogno
e le dico bentornata, siediti intanto,
e lei rassetta, al suo solito, il cuscino,
è innaturale che una madre non rassetti il cuscino a suo figlio
e che il figlio rassetti invece il cuscino di sua madre
e asciugo i suoi sudori freddi e liscio i suoi capelli stopposi
e stringendole la mano fredda le dico non temere
il posto dove vai, non ne tornerai
a mani vuote come tante volte tornasti
perché nel posto dove vai non ci sono speranze
né perdita, rimorso e dolore, neppure quello di madre,
nel posto dove vai non manca nulla. E’ un posto perfetto."
(Natan Zach)
Nel posto dove vai. Nel posto dove sei.

I versi di oggi sono del poeta israeliano Natan Zach e sono tratti da "Sento cadere qualcosa", Einaudi.

12 commenti

Delusa | Martedì, 17 luglio 2012 @14:14

Quante volte ho abbracciato nei miei sogni mia mamma, dicendole bentornata, al risveglio ero così felice, felice di averla stretta tra le mie braccia. Mi piace pensare che ogni tanto lascino il loro posto perfetto per venire da noi a salutarci e farci un tenero regalo.

annetta | Martedì, 17 luglio 2012 @14:02

:-) infatti vedi che ti ho risposto subito? in realta'penso.che le mamme a differenza di tutte le altre persone non muoiano mai: sono sempre con noi, attorno a noi, dentro di noi, sopra di noi. Con la morte di mia mamma ho capito per la prima volta il concetto cristiano di "incarnazione"... le mamme, quelle buone, non muoiono ma, se glielo permettiamo, si incarnano dentro di noi. Che fortuna.

LISA | Martedì, 17 luglio 2012 @09:46

ANNETTA, sai che quando ho postato la poesia, ieri, ho pensato anche a te e a tua mamma, la casalinga rivoluzionaria? Le madri che non ci sono più. Che tornano, a volte, nei sogni.

annetta | Martedì, 17 luglio 2012 @00:52

giusto domo...portate le vostre incazzature da un altra parte please o se proprio ci tenete tanto scambiatevi la mail e insultatevi privatamente. this is not the place. grazie per la collaborazione.

domo | Lunedì, 16 luglio 2012 @23:18

Vorrei porgere un invito esteso a tutte le persone che camminano qui dentro ad un sorriso e ad esser più lievi...

STEFANO | Lunedì, 16 luglio 2012 @16:56

Per ESTERNA:
Vale la stessa risposta che ho dato a FRA....

ESTERNA | Lunedì, 16 luglio 2012 @16:24

FRA E STEFANO ..DUE PERFETTI IMBECILLI..NON AVETE CAPITO IL RIFERIMENTO DI QUESTA POESIA ...PUO ILLUMINARVI IL POST DI ANNETTA? ...

nessuno | Lunedì, 16 luglio 2012 @14:17

LISA SE SEI DEPRESSA PERCHé VUOI DEPRIMERE ANCHE GLI ALTRI ?????

annetta | Lunedì, 16 luglio 2012 @13:51

nel posto perfetto dove sei sei sempre con me, hai un sacco di cose da fare con gli amici e gli affetti perduti, ora ritrovati. e poi devi badare a me come hai sempre fatto e illuminarmi la strada con tuo sorriso. ciao mamma

STEFANO | Lunedì, 16 luglio 2012 @13:32

Per FRA:
Ringraziando Lisa per l'ospitalità che ci concede, ti dico che personalmente MAI mi sono permesso di esprimere giudizi su quello che scrivono tante persone su questo blog. e se qualche volta non sono stato d'accordo su qualche riflessione personale di chicchessia, mi sono sempre astenuto dal fare commenti. Semplicemente ho ignorato lo scritto.....
Con stima
Stefano

Fra | Lunedì, 16 luglio 2012 @13:18

Stefano: che scatole che sei, ma smettila! Perché questo luogo bello si riempie di protagonisti invadenti e piangenti? A leggere una roba così viene il pensiero che la tipa abbia fatto benissimo a scappare via!

STEFANO | Lunedì, 16 luglio 2012 @10:13

Nel posto in cui sei e in qualsiasi posto tu andrai, da sola o specialmente in compagnia, non ti dovrà mancare MAI, in qualsiasi istante, in qualsiasi momento, in qualsiasi occasione , in qualsiasi circostanza, una cosa:
Il Rimorso per me, di me...

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.