Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Settembre dolce azzurro.

Martedì, 14 settembre 2021 @21:13

"Un giorno di settembre, il mese azzurro,

tranquillo sotto un giovane susino

io tenni l’amor mio pallido e quieto

tra le mie braccia come un dolce sogno"

(Bertolt Brecht)

Settembre dolce azzurro.

Settembre azzurro, la luce che cambia, le susine, i ricordi, il ricominciare. I versi di oggi sono tratti dall'antologia "Poesie d’amore del Novecento", Mondadori. Ma la poesia di Brecht, "Erinnerung an die Marie A.", è così struggente che vi consiglio di leggerla tutta: 

Un giorno di settembre, il mese azzurro,
tranquillo sotto un giovane susino
io tenni l’amor mio pallido e quieto
tra le mie braccia come un dolce sogno.
E su di noi nel bel cielo d’estate
c’era una nube ch’io mirai a lungo:
bianchissima nell’alto si perdeva
e quando riguardai era sparita.

E da quel giorno molte molte lune
trascorsero nuotando per il cielo.
Forse i susini ormai sono abbattuti:
Tu chiedi che ne è di quell’amore?
Questo ti dico: più non lo ricordo.
E pure certo, so cosa intendi.
Pure il suo volto più non lo rammento,
questo rammento: l’ho baciato un giorno.

Ed anche il bacio avrei dimenticato
senza la nube apparsa su nel cielo.
Questa ricordo e non potrò scordare:
era molto bianca e veniva giù dall’alto.
Forse i susini fioriscono ancora
e quella donna ha forse sette figli,
ma quella nuvola fiorì solo un istante
e quando riguardai sparì nel vento.

6 commenti

Lilabella nuova | Martedì, 28 settembre 2021 @12:11

A Olga, grazie a te. Proverò ad aprire quando ho tempo il link che hai lasciato per Lisa. Un abbraccio

Olga | Lunedì, 27 settembre 2021 @11:52

Lilabella nuova, un abbraccio. Grazie per le tue parole

Olga | Lunedì, 27 settembre 2021 @11:50

Lisa, ecco il link a quel preciso momento del film https://www.youtube.com/watch?v=5S3dkEMud2Q.

LISA | Domenica, 26 settembre 2021 @20:04

Olga, "Le vite degli altri era bellissimo". Sai che non ricordo il momento Brecht? Ma intanto grazie di avermi ricordato il film.

Lilabella nuova | Venerdì, 24 settembre 2021 @15:56

Hai ragione Lisa, questa poesia è intensa e vale la pena leggerla tutta. Mi è piaciuto molto anche quello che ha scritto Olga. Mi sono emozionata nel leggere questa poesia e le emozioni sono da conservare con cura. Lila

Olga | Giovedì, 23 settembre 2021 @15:31

Cara Lisa, mentre leggevo il tuo post, mi è venuto in mente un bellissimo film dove il protagonista comincia ad avvicinarsi al mondo delle poesie proprio grazie a Brecht. "le vite degli altri". E non potevo non pensare a Berlino, alla Germania dell'Est, alla madre Coraggio, alla forza dell'amore in ogni sua forma, imprecisa, colorata, soffice e passeggera. Un abbraccio

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.