Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Così dipingo l’autunno.

Lunedì, 7 novembre 2011 @07:35

"Stinge la flora autunnale
ruggine nell’acquerello
rabbrividisce il pennello"

(Valentino Zeichen)

Raccolgo una foglia per terra: sembra quasi una rima baciata. Così dipingo l’autunno.

(I versi che ho scelto per City oggi sono tratti da "Aforismi d’autunno", Fazi).

4 commenti

annetta | Martedì, 8 novembre 2011 @09:49

...stamattina tra i binari dismessi di Porta Romana sono spuntati tanti grossi funghi bianchi, come quelli delle favole... :-))

Giusy d\'antan | Lunedì, 7 novembre 2011 @15:41

questa è Milano, basta un angolo, uno scorcio vestito di colori , l'androne di un palazzo che riserva sorprese. Tutto da scoprire e cercare, niente di gratuito e alla portata di tutti. Ricerca di una bellezza nascosta. Scusatemi tanto, ho milano nella testa e Trieste nel cuore. Sono bipolare? Forse sì.

annetta | Lunedì, 7 novembre 2011 @11:52

Se avessi potuto postare una foto sul blog stamattina avrei avuto quella giusta :-) Lungo il muro della stazione di Porta Romana, coperto di graffiiti colorati, ho visto una grandissima felce verde, sovrastata dai rami pendenti di vite americana con foglie rosso cardinale e giallo acceso, rese ancor più brillanti dalla pioggia appena caduta. Ho pensato che la natura sa riportare allegria laddove l'uomo ha messo solo ferro, cemento e grigiore...

ilariaquarteroni | Lunedì, 7 novembre 2011 @08:48

... acqua e colore: che alchimia! abbraccio D' autunno colorato! dacuoreacuore

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.