Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Magari.

Giovedì, 5 novembre 2009 @07:56

"Magari le foglie non toccassero il tuo corpo quando cadono
affinché tu non le possa trasformare in cristallo.
Magari la pioggia non fosse più un miracolo che scende per il tuo corpo.
Magari la luna sorgesse anche senza di te.
Magari la terra non baciasse i tuoi passi".
(Silvio Rodriguez)

Magari. A volte lo penso, sai? Ma è impossibile. Ormai foglie e pioggia e luna non mi parlano altro che di te.

(Questi versi del cantante cubano Silvio Rodriguez - il titolo è "Ojalá", avverbio spagnolo che equivale a chissà, magari, vorrei, o forse inshallah - sono un regalo di Gustavo venezuelano, lettore di poesia, lettore del blog)

9 commenti

manu76 | Mercoledì, 30 dicembre 2009 @14:59

wow...l'amore è proprio quando nn c'è più...questi versi lo confermano

giuseppe | Venerdì, 6 novembre 2009 @17:58

oltre a les communisme e i fratelli grimm.. .segnalo Aspirina un libro di poesie di Silvia Tessitore-una giornalista che mi diceva ciao

LISA | Venerdì, 6 novembre 2009 @07:51

Per SUPERSIMO: se vuoi regalare delle parole, scrivile, semplicemente, qui.

AlLDA MERINI 2 | Giovedì, 5 novembre 2009 @21:01

Volevo solo aggiungere ciò che aveva detto Montale a proposito dei Poeti e non.
Purtroppo era saltato nel commento inviato
:.
adolfo daniado@gmail.com

ALDA MERINI e Poesia | Giovedì, 5 novembre 2009 @20:07

Cara Lisa, volevo ricordare la Poetessa Alda Merini con una lirica di EMily Dickinson

Molta follia è divina saggezza
per occhio che discerna-
molta saggezza-assoluta follia
ma è la maggioranza
che prevale, anche in questo-
Approva-e sei savio-
dissenti-e sei d'immediato pericolo-
legato alla catena

E' chiara la difficoltà di certe anime di "relazionarsi" con la logica che governa la maggioranza.
la Merini ha sicuramente sofferto tutto questo.
Eugenio montale , in un bel libro di Ferdinando Camon:il mestiere del poeta, dice :
Grazie ancora Lisa per l'amore che nutri della poesia. adolfo

supersimo86 | Giovedì, 5 novembre 2009 @19:28

vorrei anche io regalarvi un buongiorno ..parole non scritte da me ma che sento mie. come faccio ???

Celisa | Giovedì, 5 novembre 2009 @15:26

Cara Annalisa farmacista, come avevi ragione il 3 Novembre!
Basterebbe un abbraccio. Mi mancano così tanto quel calore e quel senso di sicurezza. Costa così poco e dà così tanto. Magari trovassi chi ancora abbraccia spontaneamente, con un sorriso, semplicemente. Ma non è per l'autunno, il nostro è un tempo con la nebbia nel cuore.

Annalisa farmacista | Giovedì, 5 novembre 2009 @12:39

E' l'autunno che ci rende malinconici? Forse si. Questa specie di litigi vengono sempre di questa stagione. Però in questa stagione è anche tanto dolce riconciliarsi: castagne davanti alla tv raggomitolati sul divano sotto la coperta. Questo sì non ha prezzo. E quando mi lamento un po' con il Consorte lui semplicemnte risponde "Ma non ti basto io?". Si mi basti. Anzi mi se necessario.

giuseppe | Giovedì, 5 novembre 2009 @12:01

perchè non regalarmi una cuffia per asxcolare musica?pare che sia un rimedio.purtroppo a livello personale sono privo di ogni autonomia
il problema si cui parlo in musica nella testa www.giuseppecesaropoeta.splinder.com
è serio.forse la comunità di poeti e artisti dovrebbe porsi qualche problema pratico.voglio dire ho sempre ricevuto attenzioni recensioni e articoli su giornali e periodici.ma non è servito nella vita quotidiana.le ragioni?tante-a cominciare dalla personale difficoltà alla relazione.ma non si può dire le istituzioni mi abbiano molto incoraggiato per togliermi dalla mia irriducibilità poeticain una situazione di forte disagio. ed ad ogni modo.comunque e così.e nutro poco feeling anche coi giornalisti che credevo amici.
gi.cesaro@tiscali.it

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.